A questo giro, FDA (Food and Drug Administration, che - per capirci - è l'ente che approva i farmaci negli USA, ma fa anche altro) arriva dopo EMA (circa il corrispondente europeo) nell'approvazione di un farmaco di cui conosciamo benissimo l'attivo, ma che attualmente troviamo solo in formulazioni liquide per somministrazione endovenosa ed epidurale.

L'attivo in questione è il Sufentanil, un potentissimo analgesico, fino a 1000 volte più potente della morfina, usato principalmente per il dolore cronico e l'anestesia. Là dove servirebbero 30 mg di morfina, il sufentanil sarebbe in grado di agire con soli 10 microgrammi: non è il tipico farmaco da banco, insomma.

Sufentanil struttura chimica

La settimana scorsa #FDA ha approvato la vendita di DSUVIA, cioè la formulazione solida e sublinguale del Sufentanil, ideato per dare rapida analgesia in caso di dolore severo acuto nei casi in cui altre terapie risulterebbero inadeguate. I vantaggi sono tre e sono enormi:

  • Migliora la compliance, perché evitiamo le iniezioni
  • Annichiliamo le possibilità di errori nella somministrazione del farmaco, che possono capitare e capitano, anche se raramente.
  • Il profilo farmacocinetico del sufentanil fa sì che la diffusione per via sublinguale non generi il picco plasmatico di breve durata che invece si osserva per via endovenosa.

Si assume con un applicatore sublinguale monouso ma le circostanze di somministrazione rimangono simili, quindi va utilizzato in ospedale, guardia medica e simili per contrastare il dolore severo ed acuto.

Applicatore monouso dsuvia

In Europa DSUVIA è stato approvato come DZUVEO da EMA a Giugno, ma si tratta dello stesso farmaco, venduto dalla stessa azienda, AcelRx. Per quale ragione il farmaco abbia due nomi differenti per USA e fuori-USA probabilmente non lo sa nemmeno la mamma dell'amministratore delegato, il signor Angotti, ma tant'è.

Amministratore Delegato CEO AcelRx Angotti

Ci aspettiamo di trovarlo sul mercato per il prossimo anno.


Fonti: